Published On: 25 May 2021|By |

Italian Council è il programma della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura per il sostegno, la promozione e la valorizzazione dell’arte contemporanea italiana nel mondo. Il bando, giunto alla sua decima edizione, ha lo scopo di finanziare progetti che promuovano la produzione, la conoscenza e la diffusione nazionale e internazionale della creazione contemporanea italiana nel campo delle arti visive e l’incremento delle pubbliche collezioni dei musei italiani. L’iniziativa è rivolta ad artisti, critici, curatori e istituzioni senza scopo di lucro. Il totale delle risorse messe a disposizione ammonta a 2.500.000 €. Per verificare di essere in possesso di tutti i requisiti per richiedere i finanziamenti, continua a leggere l’articolo.

Italian Council 1

Italian Council: gli obiettivi, gli ambiti di intervento, i fondi e i destinatari

Italian Council è un progetto della DGAAP nato nel 2017. Gli obiettivi principali del programma, per il 2021, sono:

  • sostenere la produzione e la ricerca artistica, critica e curatoriale di alto livello qualitativo nell’ambito della creatività contemporanea italiana, con particolare riguardo all’arte visiva, in prospettiva internazionale;
  • valorizzare e promuovere all’estero la conoscenza dell’arte contemporanea italiana e degli artisti, dei curatori e dei critici italiani, incentivando la creazione di reti internazionali;
  • sostenere lo sviluppo delle carriere e delle ricerche di artisti, curatori e critici italiani, con particolare riguardo ai giovani talenti.

Il bando è articolato in tre ambiti di intervento:

  1. Committenza internazionale e acquisizione di opere d’arte, a cui sono destinati fondi pari a 1.100.000 €
  2. Promozione internazionale di artisti, curatori e critici, con altri 1.100.000 €
  3. Sviluppo dei talenti, cui sono dedicati ben 300.000,00 € di fondi.
italian council 2

I soggetti ammissibili per la richiesta dei fondi sono artisti, curatori, critici e istituzioni italiane o straniere senza scopo di lucro. Ciascuno di questi profili, per candidarsi, deve rispondere a dei requisiti ben precisi:

Gli artisti devono:

  • Essere cittadini italiani o fiscalmente residenti in Italia.
  • Essere operanti nel settore dell’arte e della cultura visiva contemporanee.
  • Aver maturato all’interno del proprio curriculum artistico significative e comprovate esperienze professionali sia a livello nazionale che internazionale.
  • Qualora emergenti, essere maggiorenni e aver maturato significative e comprovate esperienze professionali a livello nazionale, nonché essere in possesso della Laurea Triennale o un diploma accademico di primo livello o titolo equipollente.

I critici e i curatori devono:

  • Essere cittadini italiani o fiscalmente residenti in Italia.
  • Essere operanti nel settore dell’arte, della critica e della cultura visiva contemporanee.
  • Aver maturato all’interno del proprio curriculum significative e comprovate esperienze professionali sia a livello nazionale che internazionale.

Nello specifico, i critici devono:

  • avere al proprio attivo almeno una pubblicazione di rilievo sui temi dell’arte, della critica e della cultura visiva contemporanee

mentre i curatori devono:

  • avere al proprio attivo la cura di almeno una mostra in spazi espositivi di rilievo nazionale e/o internazionale.
  • qualora emergenti, aver maturato significative e comprovate esperienze professionali a livello nazionale, nonché essere in possesso della Laurea Magistrale o titoli equipollenti.

Infine, per quanto concerne le Istituzioni italiane e/o straniere, sono ammesse:

  • Istituzioni museali italiane e straniere che abbiano svolto attività attinenti ai temi del contemporaneo negli ultimi 2 anni, alla data di scadenza del bando, anche in maniera non continuativa
  • Enti pubblici e privati senza scopo di lucro, fondazioni, istituti universitari, comitati formalmente costituiti, associazioni culturali e ogni altro soggetto con personalità giuridica, purché tutti senza scopo di lucro, che dimostrino di aver svolto attività attinenti ai temi del contemporaneo negli ultimi 2 anni dalla data di scadenza del bando, anche in maniera non continuativa e che siano legalmente costituiti da almeno 2 anni.

Modalità e termini di presentazione delle domande

La richiesta di finanziamento, pena esclusione, deve:

  • Essere firmata in maniera autografa o digitale dal proponente (in caso di persona fisica) o dal legale rappresentante dell’istituzione proponente (in caso di ente).
  • Essere inviata congiuntamente alla proposta culturale, al quadro economico e a tutti i documenti richiesti
  • Essere trasmessa esclusivamente secondo le modalità che saranno indicate, a partire dal 15 maggio 2021, sulla Sezione ‘Procedure e Informazioni’ della pagina ‘Italian Council -X edizione” del sito web della DGCC .

La domanda, in formato PDF, non deve superare gli 8 MB. Tutto il materiale necessario deve essere inserito in un unico file, nominato “IC10 nome proponente o capofila – Ambito di intervento”.
I tempi di presentazione della domanda sono diversi per ciascuno dei tre ambiti:

  • Ambito 3 – Sviluppo dei Talenti – dal 20 maggio 2021 alle ore 16.00 del 21 giugno
  • Ambito 2 – Promozione internazionale di artisti, curatori e critici – dal 22 giugno 2021 alle ore 16.00 del 23 luglio
  • Ambito 1 – Committenza internazionale e acquisizione di nuove opere d’arte – dal 24 luglio 2021 alle ore 16.00 del 31 agosto.

I finanziamenti saranno erogati sulla base di graduatorie di merito stilate da una Commissione di valutazione.

Maggiori dettagli e bando completo sul sito http://www.aap.beniculturali.it/italian-council_10_2021.html
Per altre informazioni è possibile anche contattare via mail la Segreteria Italian Council.

I ART MadonieI ART Madonie seleziona 48 artisti per opere di Street Art
Il Declaro 1Il Declaro: opportunità per giovani artisti
[searchandfilter id="23024"]

Segnalaci un’azienda

    Condividi l’articolo

    Leave A Comment