Data: 19 Agosto 2020|Autore: |

L’omicidio di Jam Master Jay dei Run DMC è rimasto irrisolto per ben 18 anni. Il 17 agosto, però, la polizia di New York ha finalmente arrestato due uomini, sospettati di aver commesso il crimine. 

Il 30 ottobre 2002, infatti, Jam Master Jay viene ucciso da un colpo di pistola calibro 45 ricevuto in testa, mentre era al lavoro in uno studio di registrazione nel Queens, quartiere di New York City. Aveva solamente 37 anni. Un ragazzo di venticinque anni che si trovava con lui rimase ferito alla coscia, altre persone presenti nello studio ne uscirono illese. Degli assassini di Jay però non si seppe mai nulla, così come del movente del crimine, che rimase avvolto nel mistero per quasi due decenni.

L’ipotesi della droga

Il 17 agosto di quest’anno la polizia di New York è riuscita ad arrestare due persone sospettate di essere i killer di Jam Master Jay. Si tratta di Karl Jordan jr. e Ronald Washington, legati all’ambiente del traffico di stupefacenti. Un litigio legato a questioni di droga sarebbe il motivo dell’omicidio di Jay, secondo la polizia di New York.

Il procuratore distrettuale Seth D. Ducharme ha indetto una breve conferenza stampa per spiegare la cattura, sottolineando l’importante risultato ottenuto dalla polizia, soprattutto per i familiari della vittima. Qui il video di una parte della conferenza di Ducharme.

Chi era Jam Master Jay dei Run DMC?

Jam Master Jay, all’anagrafe Jason Mizell, è conosciuto per essere stato il dj della storica band hip-hop Run DMC, che negli anni ’80 e ’90 ha firmato diverse hit mondiali, come “It’s Tricky”, “It’s Like That” o la leggendaria Walk This Way, registrata insieme agli Aerosmith.

Gli altri due componenti della band erano Darry “DMC” McDaniels (rapper) e Joseph “Rev RunSimmons (DJ e rapper). Non tutti sanno però che Jay era anche un notevole musicista: in diversi album dei Run DMC, infatti, ha suonato anche parti di basso elettrico e tastiere.

Steve Lukather sveglia i vicini con un assolo
“Jass” o “Jazz”, Il primo disco è siciliano o afro-americano?
  • Arti

  • Servizi

  • Regione

Segnalaci un’azienda

    Condividi l’articolo

    Leave A Comment