Data: 18 Agosto 2020|Autore: |

di Giovanna Genovese

C’è tempo fino alle 18:00 del 10 settembre per rispondere ai due bandi pubblicati a luglio da Regione Lazio, che ha stanziato, complessivamente, 1 milione e 200 mila euro per la realizzazione di opere di giovani creativi.

Lazio Contemporaneo e Lazio Street Art sono progetti nati nell’ambito del piano regionale per promuovere il rilancio del settore cultura. “Vogliamo dare il nostro contributo per sostenere tutte le espressioni artistiche e portare in ogni angolo del territorio tante piccole e grandi testimonianze di bellezza”, ha dichiarato il Capo di Gabinetto della Regione Lazio Albino Ruberti nel corso della presentazione stampa al WeGil di Roma.

Lazio contemporaneo

Il primo progetto prevede una dotazione finanziaria di 1.000.000 di euro; ciascun lavoro potrà essere finanziato per un massimo di 50 mila euro con un contributo a fondo perduto pari al 100% delle spese ammesse.

Il bando è rivolto ad artisti e creativi under 35, residenti nel Lazio o domiciliati nella regione per motivi di studio, titolari di partita IVA, e ad enti quali imprese, associazioni, comitati legalmente riconosciuti e fondazioni, iscritti al registro delle Imprese, che abbiano finalità coerenti e un’esperienza almeno triennale nella realizzazione di progetti nel settore dell’arte contemporanea.

Lo scopo dell’iniziativa è sostenere la realizzazione di opere visive d’arte contemporanea inedite, per renderle fruibili sul territorio per almeno 10 anni.

Le opere in gara devono essere pezzi unici di scultura, pittura, disegno, fotografia, architettura, installazioni e allestimenti, anche site specific; sono contemplate contaminazioni con musica, danza, poesia e cinema e l’utilizzo di tecnologie multimediali e digitali (video arte, arte digitale, video mapping). Sono inoltre ammesse opere collettive.

I temi cui le opere devono fare riferimento sono tre: sostenibilità ambientale; identità dei luoghi e delle comunità; integrazione, quale valorizzazione delle diversità e lotta alle disuguaglianze.

Tra i criteri di valutazione per le opere in gara vi sono: originalità, valore creativo e artistico, armonia con il contesto e fruibilità da parte del pubblico; chiarezza della descrizione della realizzazione e dei relativi costi; esperienza e capacita dei beneficiari e dei partner coinvolti attinenti al mondo dell’arte contemporanea; utilizzo di materiali di riciclo o a basso impatto ambientale.

Le richieste dovranno essere presentate accedendo alla piattaforma GeCoWEB disponibile sul sito www.lazioinnova.it.

Lazio Street Art

Con il secondo bando, rivolto invece alle amministrazioni pubbliche dei Comuni del Lazio, la Regione intende promuovere e sostenere, tramite concessione di contributi per un ammontare complessivo di 200.000 euro, laStreet Art quale forma di arte urbana in grado di contribuire, per la sua forte capacità comunicativa e di impatto sul territorio, a rigenerare, riqualificare e valorizzare in chiave culturale luoghi e beni delle città.

Potranno essere presentati progetti per un massimo di 25 mila euro, totalmente a fondo perduto, per sostenere le spese di realizzazione dell’opera, i lavori di preparazione, l’acquisto o il noleggio dei materiali, il compenso dell’artista e dell’eventuale curatore, ma anche comunicazione e animazione territoriale, assicurazioni per infortuni e l’IVA.

Le opere di street art ammesse sono murales, mosaici o installazioni; dovranno ispirarsi a precise tematiche: l’identità del luogo in cui si colloca; l’integrazione e il rispetto delle differenze; l’ambiente, la natura e la sostenibilità; il patrimonio storico e artistico del territorio.

Le domande potranno essere inoltrate tramite PEC all’indirizzo streetart@regione.lazio.legalmail.it

Premio Arte Laguna
Paratissima 2020 Art Station: le iscrizioni sono aperte fino al 3 settembre
  • Arti

  • Servizi

  • Regione

Segnalaci un’azienda

    Condividi l’articolo

    Leave A Comment