Published On: 16 August 2020|By |

di Luca Piana

L’estate 2020 è stata segnata dalla pandemia di Covid-19, che ha portato all’annullamento di molti eventi, tra cui i concerti di gran parte delle star della musica, italiane e internazionali. Molti promoter italiani hanno deciso, in accordo con il governo, di erogare i rimborsi per gli eventi saltati secondo precise modalità, che non sono però applicabili a tutti i concerti.

Nello specifico, è possibile richiedere il rimborso in denaro dei biglietti dei concerti solo se questi sono stati annullati e non rimandati. Nel caso in cui gli eventi in questione siano stati solo posticipati, il biglietto acquistato rimane valido per la nuova data dell’artista. In alternativa, è possibile richiedere un voucher (che dovrà essere speso entro 18 mesi dalla data inizialmente prevista per il concerto) valido per un qualunque evento organizzato dallo stesso promoter.

Il noto sito di ticketing Ticket One dedica una pagina all’annosa questione, nella quale è possibile verificare lo stato dell’evento specifico (ossia se è stato annullato o rimandato) e accedere al modulo specifico per ottenere il rimborso.

Queste in teoria sono le regole. A oggi però regna una certa confusione. Sul sito di Ticket One, infatti, si legge che: “Gli organizzatori degli eventi stabiliscono in autonomia se il rimborso avverrà per mezzo dell’emissione di un voucher oppure con un rimborso in denaro per mezzo di un bonifico bancario. La modalità applicata vi verrà resa nota al momento della verifica del titolo di ingresso (biglietto o abbonamento) per il quale state chiedendo il rimborso”.

Non vi è dunque ancora certezza sulla possibilità di ottenere un effettivo rimborso in denaro dei biglietti anziché un voucher da utilizzare per un altro concerto. La situazione è in continuo aggiornamento. Conviene quindi tenere d’occhio i siti dei principali promoter per controllare l’evolversi della cosa.

Quindi i rimborsi?

D’alessandro e Galli, due tra i principali promoter italiani, hanno recentemente reso pubblica l’intenzione di onorare l’impegno del rimborso dei biglietti dei concerti annullati, come si può leggere sul loro sito .

Qui si legge chiaramente che per i concerti di Paul McCartney, Lenny Kravitz e Hollywood Vampires, cancellati a causa della pandemia, verrà erogato il rimborso in denaro dei biglietti acquistati. I due promoter si impegnano a rendere note le modalità per ottenerlo entro il 10 settembre. Attenzione però alle tempistiche per presentare la richiesta, che spesso differiscono da evento a evento. Ad esempio, per il rimborso dei biglietti del concerto di Lenny Kravitz, la domanda andava presentata entro il 7 di agosto, pena la perdita del diritto ad ottenere il rimborso.

In conclusione, se avete acquistato un biglietto per un concerto annullato a causa della pandemia e volete ottenere il rimborso, vi consigliamo di monitorare il sito del promoter che organizza il concerto. Entro la metà di settembre dovrebbero venir rese note tutte le informazioni necessarie per riuscire a ottenere il rimborso dei biglietti.

Musica 8d: che cos'è e come funziona
[searchandfilter id="23024"]

Segnalaci un’azienda

    Condividi l’articolo

    Leave A Comment