Conosciuta come la più antica Libreria di Bologna, la Libreria Nanni venne avviata nel 1825 dalla famiglia Marchesi e nel 1928 fu rilevata da Arnaldo Nanni che l’attrezzò con le caratteristiche “bancarelle parigine” sotto il portico della Morte. Dal secondo dopoguerra in particolare, la Libreria Nanni si è fatta promotrice di numerose quanto qualificate iniziative tendenti a sensibilizzare ulteriormente il pubblico sull’antiquariato librario. A tal fine la Libreria Nanni ha avviato una sistematica azione di reperimento di testi rari (o altrove assai difficilmente reperibili). È venuto così creandosi nel tempo, collegato con l’attività libraria vera e propria, un “deposito culturale”, rappresentato dalla presenza permanente di migliaia di opere rare. Nella sua offerta, ampio spazio alla sezione teatro.

CONTATTI